Viaggi con la bicicletta da carico con Yuba Mundo e Yuba Boda Boda

Questo è il primo di una serie di post sul blog degli ospiti di riders e amici Yuba. Questo primo slinger di inchiostro è il Dr. R. Carter McRee, PhD. Attualmente viaggia attraverso la parte sud-orientale degli Stati Uniti con un Mundo e un Boda Boda, e condivide le sue riflessioni con noi.Il campeggio diventa difficile quando vai dalla tua auto al tuo campeggio richiede più sforzo di una semplice passeggiata. Portare tutti i tuoi attrezzi lungo il percorso verso la tua destinazione finale richiede molta energia e ad ogni passo inizi a pensare che la folla di camper abbia fatto. In quel momento ricordo le parole di Edward Abbey: “Il viaggio più lungo inizia con un singolo passo, non con il giro di una chiave di accensione.” Il moderno camper RV porta i sobborghi nei boschi e il fascino della natura selvaggia viene diluito dalla tecnologia del 21 ° secolo . La bicicletta, un’invenzione del 19 ° secolo, può riportare quell’allure senza la fatica di una lunga camminata.

Recentemente ho guidato il mio Boda Boda in tende rustiche nei parchi statali in Georgia e nella Carolina del Sud e ho potuto provare emozioni da deserto in mezzo ai camper. I campeggi avevano un sacco di siti di tende vuote e la mia bici mi ha permesso di portare a casa tutti i comfort di casa. Passando davanti a una vasta gamma di camper verso le aree di parcheggio designate mi meravigliai delle loro dimensioni, la maggior parte con biciclette parcheggiate nelle vicinanze. La mia Toyota Yaris usa meno di un decimo del gas che questi behemoth bruciano e ho dormito molto comodamente ogni notte. Un comodo cuscinetto, un sacco a pelo caldo e una spaziosa tenda permettono di dormire sonni tranquilli.Il mio primo campeggio era a Ft. Yargo State Park in scenico Winder, GA. Si trovava in una posizione strategica a metà strada tra Atene e Atlanta e un giorno di viaggio lungo la I-85 dal mio punto di partenza a South Hill, in Virginia. Non avevo idea di quanto sarebbe bello il sito sul lago quando l’ho trovato su Google. Arrivando verso le 16.00 sapevo che avevo bisogno di alzare rapidamente la tenda prima che calasse il buio. Bungee la tenda, il sacco a pelo e il blocco sul portabici della bici e in meno di 5 minuti sono arrivato a destinazione. Certo, il percorso non era molto lungo, ma ci sarebbero voluti diversi viaggi a piedi per avere la mia casa per la notte al campeggio.

Prima che facesse buio era tutto pronto e io ero fuori per prendere provviste. Non avendo familiarità con l’area, tornai indietro nel modo in cui venivo in un negozio di alimentari e da qualche parte potevo prendere una confezione da sei di birra. Assicurando il mio pesante refrigeratore alle spalle e con un kit di pasticcio nelle valigie, ho ripercorso il sentiero verso la mia nuova casa. In pochi minuti la stufa di Coleman stava cucinando un pasto caldo, stavo sorseggiando birra fredda mentre fissavo il cielo, e tutte le miglia che ho guidato per arrivare lì lentamente si sono sciolte. Al mattino, quando mi sono svegliato, le nebbie si alzavano dal lago, quindi mi sono girato per un altro ciclo di sonno prima di iniziare la giornata. La natura selvaggia stava iniziando a insinuarsi nelle mie ossa.Quel giorno fu trascorso ad Atene, il prossimo ad Atlanta, un fine settimana a Savannah, lungo la costa fino a Charleston e il mio ultimo campeggio era a Huntington Beach State Park, appena a sud di Myrtle Beach, Carolina del Sud. Ho passato solo una notte in casa ed è stata la peggior notte del mio viaggio. Tra l’opprimente puzza di deodorante per ambienti e le pareti sottili che non facevano nulla per schiacciare il televisore del mio vicino, desideravo ardentemente la mia tenda. Quando sono arrivato alla mia destinazione finale sapevo che sarebbe stato speciale perché il ragazzo che controllava il cancello non poteva smettere di entusiasmare del parco. Di recente si era trasferito da New York solo per poter lavorare lì e godersi tutta la vita selvaggia.Hanno una mezza dozzina di tende rustiche disposte lungo un breve sentiero e ho scelto quella più lontana dalla strada perché sapevo che il mio Boda Boda non mi avrebbe deluso. Ormai stavo diventando abbastanza bravo a mettere al sicuro tutte le mie cose sulla moto e sono riuscito a cavarmela con solo tre viaggi lungo il percorso. Ho visto scat nei sentieri che circondano il sito quindi ho capito che il ragazzo al cancello era serio su tutta la fauna selvatica. Mentre calava il buio, sentii frusciare tra i cespugli e vidi i miei vicini troppo amichevoli, i procioni. Sono venuti a cena tutte le sere e ovviamente erano abituati a essere nutriti. Ho cucinato salsicce italiane con peperoni e cipolle e ne stavo mangiando una quando un procione fece capolino intorno alla mia stufa Coleman per vedere se riusciva a intrufolarsi un boccone. Inseguirli era inutile e si sono trasferiti una volta che ho finito di cenare

 

Share us

4 comments on “Viaggi con la bicicletta da carico con Yuba Mundo e Yuba Boda Boda

  1. Rick Scarlet on

    I bought a Yuba Mundo for this very reason. Kind of a self propelled hunter, gatherer, with overnight or longer capablilities. I can go on gathering trips and feed myself along the way. Nice setup by the way! I like the looks of the Boda.

    Rispondi
    • cargolady on

      Do you have any photos of your hunting for meat dear on a Mundo? We have a feeling that the Mundo is ideal for dear hunting – it’s orange for safety, it’s quiet, so it doesn’t disturb the tranquility of the forest, and you can haul a few deers back home on it – is this true?

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − cinque =